ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Cominciate le Missioni Edc nel Nordest del Brasile

La strategia Edc 2014-2018 sottolineava la necessità di rafforzare il rapporto con gli imprenditori e sostenerli in maniera concreta: i primi passi in questo senso.

di Ana Cassiópia L. Barrêto e Socorro Martins

pubblicato su anpecom.com.br

140531 Brasil Missoes Nordeste Sistematizzare le visite agli imprenditori, questo il primo pensiero avuto dalla Commisione Edc del Nord Est del Brasile per concretizzare quanto indicato nel piano strategico EdC concordato per il 2014-2018: visite che hanno voluto chiamare “missioni”. Riportiamo qualcosa dell'esperienza fatta fin'ora dalla commissione, caratterizzata da spontaneità e libertà, dalle vive parole dei protagonisti.

Cominciare da chi è più vicino...

Polo Ginetta, Igarassu-PE, impresa Lado C Embalagens: il 22 maggio abbiamo visitato l'imprenditrice Aparecida Pina. È stato importante visitare la sua azienda e condividere con Pina le difficoltà anche finanziarie nella gestione e, in questo dialogo, trovare insieme possibili soluzioni: come il mettere in comune la conoscenza di un agente finanziario con il quale è stato immediatamente instaurato un contatto telefonico.

Per una coincidenza, la banca di questo agente stava per inaugurare una nuova agenzia in questa città proprio il giorno successivo, e in tanti rappresentanti dell'EdC e del Polo Ginetta.abbiamo partecipato all'inauguraizone. Eravamo contentissimi per quanto si è potuto avviare ed abbiamo visto in tutto ciò una particolare attuazione del “socio nascosto” (1). La comunione che è sccaturita è stata edificante per tutti quanti ed una nuova spinta è nata in ciascuno.

 Persone preparate

Tre giorni dopo, il 25 maggio, è stato la volta della città di Caruaru, dove abbiamo visitato la 140523 Brasile Nordest 1Construtora Agreste, impresa simpatizzante di EdC del settore edilizio. In due ore di colloquio, sono stati affrontati tanti argomenti relativi alla "maniera di lavorare EdC": preziosi momenti in cui è venuta in rilievo  l'attitudine vera e trasparente di questo imprenditore. Non sono rimasti dubbi che questa sia un'impresa diversa, poiché il 100% dei soci hanno un'affinità insolita, rispetto a quelli che solitamente sono i rapporti che si riscontrano  nell'ambito imprenditoriale. La fiducia incondizionata e l'amore reciproco reggono le relazioni tra i soci. Queste caratteristiche, descritte dal nostro interlocutore, fanno vedere che l'impresa è nata con le basi nella comunione, quindi, mette già in pratica le Linee di Gestione dell'EdC.

 Il giovane imprenditore ci ha raccontato esperienze bellissime con i dipendenti e clienti, come ad esempio, il suo modo di trattare un apprendista/tirocinante al quale egli riconosce una remunerazione dignitosa, ben diversa da quella di mercato, coltivando così la fedeltà del ragazzo all'impresa ed essendosi avvicinato di più a questa persona. Tra gli argomenti affrontati: questioni tributarie, pratiche legate al settore della costruzione in generale, opzioni di finanziamento bancario, etica negli affari...

 140523 Brasile Nordest 2Ancora a Caruaru-PE, il giorno successivo abbiamo preso un ottimo caffè con Walys Florenciodos Santos, imprenditore nato in questa città e che opera anche a Maceió-AL. In seguito, abbiamo bussato alla porta del Laboratório Luiz Alberto Florêncio. L'imprenditore ci ha ricevuto accogliendoci nel suo ufficio: il dialogo si è svolto in maniera spontanea, abbiamo parlato dell'EdC e del suo modo di attuarla. In principio, Dr. Luiz Alberto ha raccontato un po' della sua partecipazione alla Pastorale dei Bambini. Dopo ci ha confidato che, pur non avendo ancora parlato chiaramente su EdC nelle riunioni interne, vuole essere, effettivamente, più vicino al progetto. A questo punto abbiamo suggerito di utilizzare il "dado per le aziende" come modo per introdurre i valori dell'EdC nella sua azienda, abbiamo chiarito in lui alcuni dubbi sul come vivere la comunione e su come EdC si differenzi da altre esperienze di tipo solidale che nascono nell'ambito della società. Andando via, abbiamo fatto una foto insieme e sentivamo il cuore pieno di gioia: è stato davvero bello trovare un imprenditore così ben disposto ed aperto al messaggio di EdC.

 Comunione tra Carismi

Per concludere il mese, il 31 maggio ci siamo recati a Natal-RN, per un incontro al quale hanno partecipato anche membri del Rinnovamento nello Spirito. L'obbiettivo dell'evento era quello di stringere legami e mettere in rilievo le attività dell'Economia di Comunione. La libertà che tutti hanno avuto mentre si esprimevano è stata confermata dal modo in cui ciascuno raccontava la propria realtà personale a come venivano messi in rilievo i suggerimenti per mettere in pratica i nostri valori nell'impresa e nell'ambito sociale. Alcuni di noi raccontavano piccole esperienze di azionisti del Polo Ginetta nel fare “consorzi”, altri hanno fatto collegamento con il “morire per la propria gente” (2) all'oggi di EdC.

Pur con poche possibilità dell'uso dei media, ci siamo impegnati nel far vedere delle foto del Progeto Ex-cola (che si ispira all'EdC) e anche quelle della visita di Emmaus e Giancarlo al Polo Ginetta. È stato in questo clima di semplicità ed armonia che la Rede Novo Tempo ha presentato il progetto della Comunità Terapeutica in corso dal 2011 ed abbiamo consegnato ad alcuni azionisti il libro “Persone che fanno l'EdC”. Ancora frutto di questo incontro, due persone della nostra comunità hanno donato le loro “miglia” ad un giovane che vuole andare alla Summer School in Messico. Una delle persone presenti così ha definito questo momento: “è stato un pomeriggio sorprendente e definitivo nella mia vita”.

 _____________________________
1 - "Quando l’apertura all’altro diventa reciproca e condivisa, la capacità di perseguire i comuni obiettivi risulta moltiplicata, facendo sperimentare la presenza della Provvidenza, che molti nell’EdC considerano come un autentico “socio nascosto”, fondamentale nella vita delle loro imprese e comunità." (Maria Voce, 2011 - dal messaggio all'Assemblea Internazionale)

2 - Espressione che caratterizza il discorso svolto nel 1979 da Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari, invitando ciascuno dei suoi membri a lavorare, nella propria città, “per quelli che più soffrono".

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2022 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it