ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Brasile: un viaggio che ha lasciato il segno

Il passaggio di Maria Voce (Emmaus) e Giancarlo Faletti in Brasile: incontri e impressioni dal mondo EdC

140326 Emmaus Polo Ginetta 3Poche righe per raccontare le diverse tappe ed i frutti del viaggio in Brasile di Maria Voce (Emmaus) e Giancarlo Falletti, rispettivamente presidente e co-presidente del Movimento dei Focolari che si è tenuto nei mesi di marzo e aprile. Più che dare conto dei particolari di ogni visita e incontro con i protagonisti EdC, vorremmo mettere in rilievo i loro interventi e alcune impressioni di chi ha vissuto quei momenti. 

Prima tappa: Polo Ginetta (Igarassu – PE): Dopo il momento dell'accoglienza ed una presentazione della realtà locale Maria Voce e Giancarlo Faletti, hanno preso la parola per esprimere la propria gioia. Ecco alcuni stralci:

Giancarlo: “Incontrarci con persone che hanno creduto nella forza di questo annuncio (di EdC) per noi è un privilegio, è un'occasione per dirvi grazie. (...) Ci fate vedere la vitalità di un carisma che si è incarnato nella storia di un popolo e di una realtà come il Nord-Est brasiliano. Quindi un rinnovato grazie.”

Emmaus: “Arrivando qui al cancello del Polo non ho potuto fare a meno di dire: "Ma questo è un altro mondo!" Io vorrei sfidare tutti gli imprenditori grandi del mondo a venire a vedere qui e a mettere a confronto la loro gioia con la vostra, e sentire chi ne ha di più. Io credo che tanti di loro direbbero: "Vengo qua".140326 Emmaus Polo Ginetta 14

Durante l’incontro con le comunità del Movimento, rispondendo ad una domanda su come sviluppare il Polo Ginetta, si sono espressi così: “Noi dobbiamo essere inquieti: aiutiamoci, facciamo comunione dei beni, lavoriamo anche su questo cammino come è  sicuramente desiderio di tantissimi di voi, ma soprattutto dei giovani, perché è dei giovani essere inquieti. Il nostro piccolo seme sta fiorendo grazie all'impegno e alla fatica e all'amore di tanti, anche per il Polo Ginetta.”

Dima Pinto, responsabile della  Commissione EdC di questa regione ha commentato: “Gli incontri con Emmaus e Giancarlo hanno significato tanto per me: spinta, certezza, desiderio di più eroismo, più generosità. Hanno aperto prospettive future per il Polo Ginetta facendoci intravedere nuovi orizzonti di luce e speranza.”

Seconda tappa: Polo Spartaco (Cotia – SP): Al Polo Spartaco la visita alle imprese è cominciata in pieno turno di lavoro: successivamente un momento di incontro con imprenditori, lavoratori e membri del Consiglio dell’ESPRI, la società che gestisce il Polo. Carlos Ferrari, presidente del CDA riassume l’impressione dei presenti: “Un incontro con la famiglia del Polo, in questa terra benedetta. Momenti di commozione: ad ogni passo un nuovo sapore, colorato dalla bellezza e dall'armonia che il Polo rappresenta. Ho sperimentato che la profezia di Chiara su questo luogo ha a che fare con il risultato delle aziende per i poveri e con la nascita di un nuovo agire economico secondo il disegno di Dio e questo mi ha portato ad amare e a credere nella risurrezione”.

140410 Emmaus Polo Spartaco 1Alcuni brani degli interventi di Emmaus e Giancarlo.

Giancarlo: “Noi dobbiamo baciare i vostri piedi perché il Polo è anche un luogo di testimonianza per tutte le persone che nel mondo intero hanno iniziato questa avventura dell’EdC e che conoscono tutte le esperienze vostre e anche la vostra fedeltà.”

Emmaus: “Mi sembra contemplare ad un miracolo e anche la certezza che, siccome è un miracolo, l'altra parte del miracolo la fa Dio! Noi possiamo fare la nostra parte, ma l'autore del miracolo è Dio e siccome Lui fa questo miracolo tutto è possibile, è possibile che chi sta attraversando un momento difficile lo superi, è possibile che vengano altre aziende attirate, è possibile che cresca la testimonianza di questa comunione, che parte da qui come una pietra che si lancia in un ruscello e fa tanti cerchi e che questi cerchi arrivino al mondo intero, che ha bisogno di una visione di economia.”

Terza tappa: Incontro con i protagonisti dell’EdC brasiliana: Il programma: insieme alle commissioni ed alle altre persone impegnate (con passione) in EdC, da un lato all'altro di questo enorme paese, abbiamo preparato con cura questo momento, usando tutti i mezzi: messaggi, skype, perchè tutto fosse frutto della comunione, specie 140411 Emmaus MariapoliGinetta 1con i giovani. L’ intenzione: estendere l’incontro in due giorni e infondere in tutti la speranza e la gioia di lavorare per un progetto così grande. Erano presenti anche alcuni imprenditori argentini, con i quali è cominciato un rapporto più stretto dallo scorso anno.

Nella mattinata è stata presentata una sintesi degli eventi EdC 2013 nazionali ed intenazionali, per riprendere le conclusioni e gli impegni presi in ogni occasione. Poi ancora, un momento di riflessione con frasi di Chiara fin dalla fondazione di EdC, quindi, uno spazio per la condivisione.

Nel pomeriggio, l’incontro con Emmaus e Giancarlo, seguito anche da tanti in Brasile e nel mondo attraverso una diretta internet. Le domande hanno toccato diversi aspetti, dalla testimonianza dell’imprenditore al coinvolgimento di tutto il Movimento dei Focolari in EdC. Dall’emancipazione di EdC (nei confronti del Movimento) all’ “innamorarsi” di nuovo del progetto, alla crescita nel rapporto di condivisione tra imprenditori.

140411 Emmaus MariapoliGinetta 2Flávio Toledo, giovane imprenditore dello stato di San Paolo, così ha descritto questo incontro: “Con Emmaus e Giancarlo ho vissuto un momento di 'ringiovanimento' di EdC.Constatare che l’unico modo di proseguire è persistere nell’amore, mi ha dato ancora più sicurezza nel voler cercare il volto giovane dell’EdC, giacché il proposito dell’EdC non cambierà e meno ancora l’amore che la fa vivere. Quello che dovrà cambiare sono solo le persone che saranno accanto ai nuovi conduttori. Ricorderemo questo momento, perché c’è stato un vero SÌ, di intenzione e di azione, sia da parte dei pionieri Edc che da parte dei giovani nel lavorare insieme! E' stato un “voltare pagina” e il testimone è stato (quasi fisicamente) passato ai giovani perchè Edc possa rinnovarsi ed evolvere. Aggiungo ancora che è stato un momento di altissima riconoscenza del lavoro svolto in questi 22 anni da queste persone che hanno creduto che il mondo sarebbe stato migliore grazie a EdC. Una scopo di vita che può esser definito “molto riuscito!! ”

A proposito del rapporto dei membri del Movimento dei Focolari (o Opera di Maria) con l’EdC, Emmaus diceva: “Non c’è nessun aspetto del Movimento che sia legato ad un solo gruppo di persone, perché tutto nel Movimento ha uno scopo unico, l’Ut Omnes ("Che tutti siano uno"). Quindi se l’EdC va avanti é l’Ut Omnes che va avanti. Tutta l'Opera poi vuol dire che quell’imprenditore, magari da solo che ha un’impresa, che lotta per portarla avanti, che cerca di produrre degli utili per mettere in comune con gli altri, ecc... è lui stesso Opera”.

Quarta tappa: Incontro delle Organizzazioni Sociali: I protagonisti di EdC erano presenti all’incontro con le Organizzazioni Sociali del Movimento proprio per camminare insieme nell’affrontare le disugualianze, inserendo i poveri come priorità. Anche qui sono emerse risposte importantissime per il futuro, vorremmo metterne in rilievo due: 1) Anche se a volte siamo proprio soli a portare avanti EdC, non dobbiamo sentirci tali: tanti altri lavorano in altri campi, con mezzi diversi, però con lo stesso scopo; 2) Sembra una pazzia pensare ai problemi degli altri e dell’umanità oltre che ai nostri. Ma siamo felici di essere ‘matti’!

Armando Tortelli, presidente Anpecom ha riassunto così gli eventi di questi giorni: “Il140411 Emmaus MariapoliGinetta 3 passaggio di Emmaus e Giancarlo ha cambiato tante cose nell’EdC in Brasile perchè ha cambiato i cuori dei suoi protagonisti. Si capisce che non si può fare l’EdC senza avere l'obiettivo di dare la vita gli uni per gli altri. E' così nelle commissioni, nella vita dei Poli... Un’altro bellissimo frutto di questi giorni in Brasile è una sintonia nuova, proprio bella tra noi, i primi pionieri EdC, e i giovani. Dicono che per la prima volta vedono che non esiste più una separazione fra “i primi” e “quelli che arrivano adesso”, ma siamo una sola cosa per costruire insieme questa realtá. Vedo ancora che dopo questi vent’anni bisogna fare un nuovo piano strategico e metterlo in pratica: occorre una struttura forte per portare avanti questa realtà. Vedo un nuovo entusiasmo per l’EdC qui in Brasile.”

Vedi photogallery Incontro presso la Mariapoli Ginetta

Vedi tutte le foto del Polo Ginetta: {gallery}album/140326_Emmaus_PoloGinetta{/gallery}

 

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2022 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it