ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Scuole Edc 2010, momenti di crescita vera

Con sempre nuove sfumature, proseguono le scuole al Sud del Brasile, coinvolgendo tanti: da quelli che vogliono approfondire la conoscenza  di EdC a quelli che mai avevano avuto occasione per incontrarla

Scuole EdC 2010, momenti di crescita vera

di Roseli e Armando Tortelli

La scuola del 12 agosto ha avuto una sfumatura particolare che vale la pena sottolineare: Londrina_2010_1dai circa 190 partecipanti, 150 erano radunati nell'aula della Pontificia Università Cattolica (PUC) di Londrina per seguire la diretta: una cosa mai successa. Renato Bigati, della commissione EdC locale e Jairo Rantin, responsabile della comunità del Movimento dei Focolari di Londrina ci hanno scritto: “L'idea di questo incontro é stata una vera “ispirazione di Chiara Lubich”, la buona occasione per invitare alcune persone che avevano già manifestato interesse nel conoscere l'EdC.

La notizia dell'evento si é subito diffusa e quello che avrebbe dovuto essere un gruppo piccolo haLondrina_2010_2 finito col riempire l'aula. É stato un momento bellissimo, oltre alla comunità del Movimento, erano presenti: avvocati, professori, un giornalista, un promotore, degli imprenditori, lavoratori, studenti di Economia, Amministrazione, Ingegneria e Teologia. Una docente della facoltà di Management ha detto che aprirà uno spazio durante la settimana dell'amministrazione, per approfondire questo tema. Una studentessa ha deciso di avviare il suo master in base all'EdC. L'ex-presidente dell’Associazione Commerciale e Industriale di Londrina, vuole conoscere maggiormente Edc e diffonderla ad altri imprenditori. Un professore ha espresso la sua meraviglia per l'adesione volontaria ed immediata di altri professori a questo collegamento-video, dicendo: “solo Dio può toccare così rapidamente i cuori di questi  colleghi”.”

La scuola del 19 ottobre, l'ultima di quest'anno, ha avuto altre particolarità, non meno importanti.  Sempre nell'ottica di crescere insieme nel costruire EdC, si sono collegate 9 città, per un totale di  70 persone. Il tema sull'etica, predisposto dai nostri “giovani esperti”, prendendo come base la tesi di laurea di Mauricio Serafim e spunti dagli scritti di Luigino Bruni, é risultato molto adatto per il contesto. Al termine dell'esposizione del tema, é nato un dialogo tra le città in cui é stato proposto di predisporre una proposta di legge fiscale ispirata ad Edc. Questo progetto si avvierà con la fattiva partecipazione di ANPEC (Associazione Nazionale per un Economia di Comunione) e dei referenti Edc  locali. Se infatti tutti sentono l'importanza del mettere in pratica l'etica nel quotidiano dell'azienda, allo stesso tempo, si é ben coscienti delle serie lacune presenti  nella attuale legislazione fiscale brasiliana. Quindi, nell'ambito di una azione già iniziata dal Movimento Politico per l'Unità si lavorerà con un parlamentare che ha dato la propria disponibilità per concorrere a predisporre un progetto di legge che punti ad una tassazione più equa per le aziende inserite in progetti di economia civile, come è il caso dell'EdC, e in quella solidale, come le cooperative.

Alcuni echi delle città:

“É stato forte il tema dell'etica, di modo speciale ‘il come agire con le autorità fiscali’: andare oltre al semplice compimento dei doveri. Dopo la trasmissione ci siamo radunati per rileggere il tema e fare uno scambio di esperienze che ha avuto come risultato per tutti la sfida di mettere in pratica l'etica nel quotidiano”.   Marinez Pretto - Porto Alegre

“Proprio in questo momento abbiamo iniziato a far uso del “cupom fiscal” (fatturazione semplificata) e ci vengono proposte da questo tema le questioni sulle tasse. Penso che questo non ci dovrebbe preoccupare (anche se è giusto sostenere i mezzi per una riforma tributaria nel nostro paese), ma innanzitutto avere attenzione al “grande uomo nuovo” che deve essere l'imprenditore EdC, cercando prima di tutto nell'etica il suo “di più” nelle negoziazioni”. Milena Cordoba – Florianópolis.

Guarapuava_2010_2A Guarapuava, due aziende hanno manifestato il desiderio di aderire all'EdC. Michelle e Danilson Salateski, che hanno partecipato al Congresso di São Leopoldo come primo contatto, dicevano che per loro l'Economia di Comunione sembrava qualcosa di molto semplice, però ora hanno capito che si tratta di una cosa molto più profonda. Per Danilson la cosa più forte era ascoltare che l'imprenditore EdC non è solo quello che “insegna a pescare”, ma uno che “pesca insieme e ne mangia insieme”. Guarapuava_2010_1Robert Michelc, diceva che quando si ha un atteggiamento giusto,si chiudono le lacune che sarebbero sorgente di problemi. Diceva inoltre che i principi cristiani sono “fantastici per portare cambiamenti e prosperità agli imprenditori”

Da Bumenau, il Pastore Everson Gass, della Chiesa Luterana del Brasile, pur tra le difficoltà nella comunicazione, ha trovato modo di fare arrivare a tutti il suo messaggio: “l'etica é un atto di fede nell'altro e in Dio. L'etica é l'amore al prossimo”.

Da Curitiba, César Lazarotto, imprenditore della La Polentina ci ha detto: “la proposta dell'EdC mi aiuta a fare della mia azienda una comunità”.

Questa scuola ha lasciato in tutti, in maniera ancora più forte, l'importanza di portare avanti l'EdC, facilitando questi momenti di formazione e dialogo con sempre più frequenza in ogni punto della nostra regione. 

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2022 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it