ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Chiusura della Scuola Mediterranea di Economia Civile e di Comunione di Crotone

Si conclude "in alto", a 1400 metri, sui monti della Sila

lago-arvo-loricadi Antonella Ferrucci

Si conclude nei prossimi giorni il percorso durato un anno della Scuola Mediterranea di Economia Civile e di Comunione promossa dalla Diocesi di Crotone. Dal 30 giugno al 3 luglio, a Lorica, località montana della Sila che si affaccia sul lago Arvo, l'ultimo appuntamento della scuola, voluta tenacemente da Mons. Domenico Graziani.

Interverranno nel ruolo di docenti Riccardo Milano, Alberto Frassineti, Luigino Bruni, Irene Giordano e Giuseppe Pintus. Un pomeriggio sarà dedicato all'inaugurazione a Cariati della prima azienda che nasce come frutto di questa scuola: la TL - Com  di Luigi Trento che ha tra le attività aziendali le energie alternative, il monitoraggio tecnico e ambientale, la teledidattica e i sistemi di comunicazione in rete.

In questo anno docenti ed esperti si sono avvicendati nei week-end formativi che hanno visto -tra l’altro- anche la straordinaria esperienza di uno stage al Polo produttivo EdC Lionello Bonfanti di Incisa Valdarno. In quell'occasione i partecipanti alla scuola hanno visto armonizzarsi aspetti teorici, pratici ed artistici, in una concezione unitaria della vita, dove, grazie alla centralità delle relazioni umane, sono coniugate efficacia e solidarietà, .

Chiediamo a Irene Giordano, fra delle promotrici della scuola: Cosa ha significato per te questo percorso?

La nostra scuola era intitolata: Formasi per segni che realizzano sogni: ora non è che si possa dire che in questo anno tutti i sogni si sono realizzati ma di certo abbiamo potuto con questo percorso verificare alcune cose. Anzitutto che Economia di Comunione è un progetto fattibile ed i valori possono essere portati anche all'interno delle relazioni economiche. Poi ciascuno a suo modo si è sentito confermato in questo percorso: nasce da questa esperienza una azienda che vuole essere di Edc e che visiteremo venerdì; alcuni sono realmente impegnati a migliorare le relazioni nel proprio ambito di lavoro... Insomma questo percorso ha prodotto un valore aggiunto che continuerà a restare aldilà della fine della scuola. La famiglia Edc è più grande, la gente la comprende e se ne diffonde la cultura. Non da ultimo, il tessuto dei luoghi che accolgono questa esperienza vengono sanificati. Doveroso ringraziare il vescovo, Mons. Domenico Graziani per avere creduto in questo progetto ed averlo sostenuto fortemente anche attraverso la sua presenza costante.

 

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2021 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it