ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Trecastagni (CT): riparte la Scuola Popolare di EdC

E’ ricominciata lo scorso 9 giugno a Catania la Scuola Popolare di Economia di Comunione. La novità più evidente nei temi scelti.

di Flavia Cerino

150509 Tre castagni Sc Pop EdC 01 ridLo scorso anno la Scuola si era rivelata interessante e molto stimolante e, con qualche fatica, è stata nuovamente avviata. La novità più evidente è nei temi scelti. Nulla a che fare con la gestione,  l’organizzazione o le motivazioni delle aziende dell’Economia di Comunione, ma un ampliamento di orizzonti per guardare la società, e la vita, nella prospettiva dell’Economia di Comunione, così come suggerito da Luigino Bruni agli organizzatori della Scuola.

Per la Scuola Popolare questa scelta rappresenta un impegnativo salto di qualità: non ci sono relazioni e libri da cui attingere e riferire in modo pedissequo. I temi saranno diversissimi: agricoltura, immigrazione, gender, consumi e azzardo, scelti con riferimento a problemi ed interrogativi molto pressanti in Sicilia.

Ogni appuntamento va costruito nel dialogo tra studenti e ospiti con idee spesso divergenti e nel tentativo di individuare - senza troppi margini di errore, possibilmente – la prospettiva del bene comune e la capacità dei singoli e delle comunità di dedicarsi a iniziative utili alla collettività.

Nel primo appuntamento, in coincidenza dell’inaugurazione dell’Expo di Milano,  si è 150509 Tre castagni Sc Pop EdC 02 riddiscusso di valorizzazione del territorio, un tema molto scottante in Sicilia.
Gli ospiti, consulenti e imprenditori del settore agricolo, hanno presentato la situazione complessiva dell’agricoltura in Sicilia e le proprie aziende, diversissime, che nel tempo hanno avuto cambiamenti ed evoluzioni legate al desiderio di portare innovazioni nel settore e di sperimentare coltivazioni rispondenti alle caratteristiche del territorio e, prima ancora, alle ambizioni (positive) dell’imprenditore.

In ciascuna delle prospettive imprenditoriali presentate è emersa una grandissima ricchezza di valori, (e di patrimoni), ma soprattutto la certezza che l’agricoltura siciliana può ancora dare molto purché vi siano persone capaci di mettersi a lavorare con serietà, competenza e innovazione. I buoni risultati sono assicurati.

La Scuola Popolare proseguirà a settembre aprendosi al tema della migrazione: tra siciliani che partono e migranti che arrivano, chi sostiene l’economia siciliana?

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2021 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it