Sportmeet è l’espressione nel mondo dello sport di quel rinnovamento spirituale e sociale che è alla base dell’esperienza del Movimento dei Focolari. Sportmeet è rappresentata alle Nazioni Unite da New Humanity, NGO nello Status Consultivo Generale nel Consiglio Economico Sociale. New Humanity è NGO accreditata all’UNESCO. Nel 2005 Sportmeet ha promosso alle Nazioni Unite a Ginevra una tavola rotonda sul tema Sport and Development.

Collaborare con Sportmeet significa semplicemente condividerne il progetto e l'idealità e non è richiesta alcuna tessera o altra forma di adesione se non la condivisione di questo percorso comune. Sportmeet si finanzia con il libero contributo delle persone che ne condividono i fini e con finanziamenti privati e pubblici. Sportmeet è strutturata con una commissione internazionale e con commissioni locali corrispondenti alle aree geografiche in cui è presente e chi opera nella struttura di Sportmeet lo fa a titolo gratuito. Il sito www.sportmeet.org, edito in tre lingue, italiano, inglese e spagnolo, offre contributi culturali e di testimonianza, eventi, attività e corsi di formazione promossi da Sportmeet.

Nell’elaborare e promuovere una positiva cultura sportiva Sportmeet è oggi in dialogo con il mondo accademico in diversi paesi e con esperti internazionali in Italia ed in Europa.

Sportmeet organizza corsi di formazione e convegni, locali, nazionali ed internazionali. I temi affrontati nei congressi internazionali promossi finora da Sportmeet, ed a cui hanno preso parte, ogni volta, centinaia di persone dei 5 continenti, sono stati:

Una cultura della sconfitta, per una nuova cultura della vittoria (2003 Firenze)

Educare ed educarsi attraverso lo sport (2004 Vienna)

Sport and Joy – Con lo sport autentico corre la gioia (2005 Trento)

Sport In-Credibile – Metti in moto la fraternità (2008 Roma)

Sport moves people, moves ideas (2011 Roma)

Live your challenge (2014 Pisa)

Dal 2012 Sportmeet promuove ogni anno una propria Summer School internazionale, occasione di approfondimento culturale e di pratica in laboratori aperta ad una cinquantina di partecipanti: nel 2012 a Prati di Tivo (Abruzzo – Italia) sul tema “La qualità della formazione in ambito motorio e sportivo”, nel 2013 a Rotselaar in Belgio sul tema “Valore e criticità della competizione in ambito sportivo e pedagogico”, nel 2014 ad Albano (Roma) un brain storming sulla realtà di Sportmeet, nel 2015 a Brisighella (Ravenna – Italia) sul tema “Outdoor Education – L'ambiente come spazio privilegiato di educazione attraverso il gioco”, nel 2016 a Krizevci (Croazia) sul tema “You and Sportmeet for the Nature”

 Una cultura dello sport attiva e propositiva, ispirata a valori universali condivisi, ha bisogno di testimoni credibili per riuscire a raggiungere ogni praticante ed essere efficace. Molti sportivi, anche professionisti, hanno condiviso in questi anni il progetto di Sportmeet e ne sono testimoni. Fra gli altri, i campioni olimpici Antonella Bellutti (ciclismo su pista), Josefa Idem (canoa), Maddalena Musumeci (pallanuoto), Ippolito Sanfratello (pattinaggio velocità), Francesca Porcellato (paralimpiadi) e atleti di valore mondiale come Gianni Rivera (calcio), Nicolò Corradini (pluricampione del mondo di orienteering), Fausto De Stefani e Karl Unterkircher (alpinisti degli 8.000 metri), Michael Walchhofer (campione del mondo di sci alpino), Marco Pinotti (ciclismo), Oreste Perri (canoa).

 Accanto all’attività culturale ed alla valorizzazione delle testimonianze di vita, Sportmeet promuove Sports4Peace, un progetto di educazione alla pace attraverso il gioco e lo sport che permette a ragazze e ragazzi, in tanti paesi del mondo, di sperimentare la valenza educativa del gioco e dello sport. Sports4Peace è oggi una metodologia didattica di riferimento in scuole di ogni ordine e grado, società sportive, eventi e manifestazioni ludiche e sportive, anche di livello, nei cinque continenti, dall’Italia all’Ecuador, dal Sud Sudan all’India, dal Brasile a tutta l’Europa. La “regola d'oro”, riferimento comune condiviso da ogni religione e da ogni cultura, “fai agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te”, è l'orizzonte pedagogico anche di Sports4Peace.

Sportmeet promuove progetti educativi - sportivi a valenza sociale in diversi paesi del mondo, dal Camerun al Brasile, dall’Argentina alla Colombia, dal Libano alla Repubblica Democratica del Congo. Si tratta di iniziative educative - sportive sociali continuative a cui Sportmeet contribuisce con finanziamenti economici e con risorse umane, ma soprattutto con progetti di formazione. Si tratta di campi sportivi, di calcio o polivalenti, realizzati in zone a grave disagio sociale, dove, anche grazie allo sport, si contribuisce alla crescita della dignità umana ed alla costruzione del tessuto sociale.

 

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.